Mauro Nicolini e la sua storia

Gli inizi

Nasce a Pieve di Bono in provincia di Trento nel maggio 1956 e dopo essersi diplomato ragioniere nel 1976 a Tione (TN), capisce che quello non è il mestiere adatto a lui.
Così di trasferisce a Brescia per seguire il Corso di Assistente Sociale presso lo IAL CISL, ma nemmeno questa è la sua strada e capisce che per lui è più adatto l'artigianato, meglio la lavorazione del legno, un materiale vivo legato alle sue radici trentine. Per questo nel 1979 si rivolge alla bottega artigiana di Giovita Scroffi, specializzata in restauro e costruzione mobili. Giovita lo accetta come apprendista, mettendogli a disposizione le sue competenze.

Si iscrive alla CCIAA dal 1982 e apre la sua bottega di restauro mobili antichi nello stesso anno, a Brescia in Via Conicchio. Nel 1990 trasferisce la sua bottega a San Polo; attualmente  svolge l’attività in Via Milano 65, sempre a Brescia.

Percorso formativo

Lavorando continua la propria formazione professionale, con il desiderio di migliorare approfondendo sia la pratica che la teoria.
Per questo nel 1983/84 ha seguito un corso annuale serale di restauro mobili, presso l’ENAIP Scuola Regionale per il restauro, in Botticino (BS) loc. San Gallo. 
Nel 1987/88 ha frequentato un corso biennale serale della Regione Lombardia, per il restauro mobili antichi, presso il Centro Formazione Professionale di Soncino (CR).
Nel 1999 ha partecipato al corso di formazione teorico-pratico “Le opere lignee non policrome: tecniche di restauro”, della durata di 150 ore, organizzato dall’Istituto G. Tagliacarne con la collaborazione della Sovrintendenza per i beni ambientali architettonici per le province di Brescia, Cremona e Mantova. L’attività didattica sul campo è documentata nel volume edito Artigianato per l’arte Il Restauro ligneo e dei materiali lapidei nella Chiesa della Trasfigurazione a Rodendo Saiano, stampato nel 2000 dal Ministero dell’Industria, Commercio e Artigianato.
Nel 2003 ha partecipato al corso “Le tecniche pittoriche per le imprese edili”, di 40 ore: teoria e pratica dell’affresco, presso l’ECIPA Lombardia Soc. Coop, organizzato dal Fondo Sociale Europeo. 
Nel 2007 ha frequentato il corso teorico-pratico “Tecnica della tarsia” di 40 ore, organizzato dalla CNA, con il patrocinio della Regione Lombardia.

All’interno della CNA, nel 1998, insieme ad altri artigiani restauratori di mobili e di dipinti, ha fondato l’associazione ASSORESTAURO, con finalità di formazione e aggiornamento, di scambio dell’esperienza professionale e per concordare una deontologia comune.

Valori

Il lavoro del restauro mette a contatto con oggetti d’arte che racchiudono in sé conoscenze storiche di grande valore e fascino. Nei secoli, il lavoro artigiano nelle arti maggiori e minori, ha sempre avuto lo scopo di realizzare la bellezza, raggiungendo risultati d’eccellenza che meritano di essere tramandati nel tempo. Seguendo le teorie di Cesare Brandi (Siena, 08/04/1906 –Vigano, 19/01/1988), espresse in Teoria del restauro Torino, Einaudi, 1977,  il restauratore deve operare col massimo rispetto, in modo da evidenziare l’opera del costruttore, nella sua bellezza e originalità. Questo è il compito che Mauro Nicolini cerca di svolgere, con equo rapporto qualità-prezzo.